Statuto

STATUTO dell’Associazione

“CENTRO OLISTICO SAINT GERMAIN”

TITOLO 1 – COSTITUZIONE

Art. 1 – E’ costituita con sede in Ancona in Via Ruggeri 32 una Associazione regolata dagli articoli 36 e seguenti codice civile.

Tale Associazione sarà denominata “CENTRO OLISTICO SAINT GERMAIN”

TITOLO 2 – SCOPO E PROGRAMMA

Art. 2 – In questo periodo di scarsa definizione e spesso di caduta di valori importanti per l’evoluzione umana, i soci fondatori si prefiggono di promuovere e coordinare idee, percorsi, esperienze, progetti e quant’altro possa garantire la libertà d’impegno e relazioni sociali, di promozione umana e spirituale nel rispetto delle leggi e dei diritti universalmente riconosciuti.

In particolare si propone di :

a) diffondere in Italia e nel mondo i messaggi di Saint Germain e la devozione a Saint Germain;

b) insegnare, la pratica e la divulgazione di varie Discipline olistiche, bio-naturali, di carattere filosofico, scientifico, esoterico, artistico, umanitario, sportivo e culturale in generale (d’ora in poi “Discipline”) tra cui ma non limitatamente a pranoterapia spirituale, cristallo-terapia, aroma-terapia, massaggi ayurvedici spirituali, apertura dei chakra, astrologia, regressione, meditazione, tecniche energetiche, counseling, reiki, yoga, shiatsu, riflessologia, floriterapia, fiori di Bach, Kinesiologia, Massaggio Infantile, Antiginnastica, Acque Spirituali, Alimentazione, Archetipi, Aurasoma, Medicina Tradizionale Cinese, Osteopatia, geobiologia, domoterapia, feng-shui, disegno e pittura, calligrafia, musicoterapia, mandala, decorazioni, manufatti, pittura creativa, terracotta e ceramica raku, riequilibrio energetico, meditazione sulla fiamma violetta, medianità, sensitività, studio dei Tarocchi, l’apertura terzo occhio e la loro applicazione per un percorso etico- formativo – educativo. Tali Discipline considerano la persona nella sua globalità secondo una visione rigorosamente olistica tenendo presente i vari aspetti: energetico, spirituale e psicofisico;

c) promuovere la cultura e lo studio delle Discipline e di quanto di utilità sociale, religiosa e sportiva.

d) offrire un luogo di incontro a tutti i gruppi filosofici, scientifici, artistici, musicali, culturali e sportivi, e in generale ad ogni movimento che partecipi alla divulgazione dei principi per l’evoluzione e il benessere dell’essere umano;

e) favorire affiliazioni o collaborazioni con altre associazioni culturali, ONLUS, enti pubblici, istituiti scolastici;

f) organizzare gruppi di lavoro per la realizzazione di pubblicazioni relative alle Discipline, per la divulgazione agli associati;

g) organizzare attività culturali, turistiche, ricreative, assistenziali, ambientalistiche, sportive, artistiche e di prevenzione sanitaria per gli associati;

h) organizzare incontri e dibattiti aperti sui temi indicati nell’oggetto sociale;

i) compiere inoltre tutte le operazioni che si rendessero necessarie od utili per il conseguimento dello scopo dell’associazione.

Art. 3 -1 suoi mezzi di azione sono:

-          pubblicazione di bollettini e documentazioni;

-          ricorso ad esperti o altro personale specializzato estraneo all’Associazione;

-          affiliazione e collaborazione con Onlus e/o altre Associazioni di Promozione Sociale, Culturale e Sportiva, o affiliare altre Associazioni culturali, circoli, al fine di creare una rete di relazioni e di scambi favorendo la collaborazione tra persone, per creare una nuova coscienza umana, nel rispetto dell’autonomia dell’Associazione stessa;

-          stipula di contratti di locazione e/o comodato, atti di qualsiasi genere anche trascrivibili nei pubblici registri, purché considerati utili al raggiungimento degli scopi sociali;

-          richiedere contributi e finanziamenti a Enti Privati, Enti Pubblici, persone fisiche e persone giuridiche, accettare sponsorizzazioni e ricorrere ad abbinamenti pubblicitari per il sostegno alle finalità statutarie e per la copertura dei costi della realizzazione delle varie iniziative

-          gestione di beni di cui l’Associazione è o sarà proprietaria

-          estensione delle attività culturali ed educative, anche attraverso pubblicazioni e incontri aperti;

-          organizzazione di iniziative, servizi, attività culturali, educative, sportive, ricreative atte a soddisfare le esigenze di conoscenza, salute e svago dei soci e dei cittadini;

-          organizzazione di studi, progetti, ricerche, corsi, conferenze, esperienze terapeutiche per l’insegnamento e la tutela delle Discipline, congressi ed esposizioni temporanee e permanenti; l’organizzazione di centri di ritiro e di pellegrinaggio; l’organizzazione in seno alla propria sede centrale e alle sedi periferiche di centri-soccorso per sollevare le miserie materiali e morali, per l’aiuto dei giovani, degli ex-carcerati, degli anziani e dei ciechi; la formazione dei centri intitolati a Saint Germain, nonché tutte le altre attività di utilità sociale a favore di associati e terzi , senza finalità di lucro, ispirata ai principi di democrazia e di uguaglianza di tutti gli associati oltre alla solidarietà sociale, socioculturale e dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria;

-          promozione e gestione di iniziative e corsi di preparazione e di perfezionamento per l’apprendimento delle Discipline, anche costituendo comitati o gruppi di studio e di ricerca per la formazione, l’aggiornamento e la qualificazione del personale operante nelle materie oggetto delle sue finalità. L’Associazione opera mediante un proprio organismo strumentale denominato “Scuola Olistica”. L’Associazione per la diffusione delle Discipline organizza per mezzo della “Scuola Olistica” corsi di base, anche monotematici, aperti a tutti senza distinzione di età, sesso, cultura, religione, nazionalità e senza richiedere particolari requisiti. Per ampliare e sviluppare le conoscenze di base acquisite organizza corsi avanzati strutturati con corsi di formazione e specializzazione professionale, corsi base, corsi per formare insegnanti, corsi per la formazione di Operatori professionali nella varie Discipline.

-          Organizzazione e gestione dei servizi in generale, per le attività di applicazione delle tecniche energetiche e di rilassamento, da parte di soggetti singoli o collettivi, bambini, anziani e portatori di handicap, anche in collaborazione con Enti pubblici o privati, promuovendo iniziative tendenti ad attivare l’interesse della collettività su tematiche di particolare rilevanza culturale, oltre che per l’attivazione di progetti di scambio e cooperazione;

-          Promozione di salute, qualità dell’ambiente e recupero del rapporto con la natura;

-          diffusione, allestimento e organizzazione, in Italia e all’estero, di centri di applicazione delle tecniche energetiche e di rilassamento , con scuole, corsi, laboratori , seminari, convegni, conferenze, supporti magnetici audio-visivi, pubblicazione di scritti, libri e periodici (con l’esclusione dei quotidiani, cataloghi, depliants, programmi televisivi, sportivi, teatrali, ecc)

-          istituzione di banche dati telematiche, creazione e pubblicazione di materiali didattici a stampa e/o in formato elettronico, realizzazione e pubblicazione di bollettini e riviste di atti congressuali multimediali e ipermediali, promozione dell’utilizzo delle nuove tecnologie informatiche avanzate;

-          organizzazione di viaggi e soggiorni d’istruzione anche all’estero;

-          individuazione e promozione di iniziative, servizi, attività culturali e di ricerca etica, interiore, spirituale, convegni, mostre, esposizioni, spettacoli, atti a soddisfare le esigenze di conoscenza interpersonale promuovendo tra l’altro contatti sociali e relazioni tra gli associati, le associazioni e qualsiasi altro soggetto o aggregazione e altre iniziative promozionali e pubblicitarie atte a sostenere il raggiungimento degli obiettivi associativi;

-          allestimento di centri con sede fissa allo scopo di accogliere i soci e loro familiari conviventi per lo svolgimento di attività culturali, ricreative, per il benessere psicofisico e per qualsivoglia altra iniziativa prevista dal presente Statuto;

-          favorimento, anche mediante sovvenzioni, dello sviluppo di istituzioni, associazioni, enti che operino per il raggiungimento di fini similari a quelli dell’Associazione o tali da facilitare all’Associazione stessa il raggiungimento dei suoi fini;

-          partecipazione o concorso alla costituzione di fondazioni, associazioni, consorzi o altre forme associative, pubbliche o private, comunque volte al proseguimento degli scopi dell’Associazione;

-          attuazione di operazioni mobiliare, immobiliare, finanziarie, utili al raggiungimento degli scopi sociali, rilascio di fideiussioni e garanzie in genere, contrazione di locazioni, assunzione di partecipazioni e interessenze in altre Associazioni o Imprese perseguenti fini analoghi purché tali attività non siano rivolte al pubblico;

-          ricorso prevalente alle attività prestate in forma volontaria, libera e gratuita dai proprio associati per il perseguimento dei fini istituzionali; in caso di necessità ‘Associazione potrà assumere lavoratori dipendenti  o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo, anche ricorrendo ai propri associati;

-          istituzione di gruppi d’acquisto solidale;

-          creazione / allestimento di locali bar-mensa riservati ai soli soci dove gli stessi possano riunirsi per conversare, per svolgere attività ricreative e per partecipare attivamente alla vita sociale dell’Associazione;

Per l’adempimento dei suoi scopi l’Associazione intende avvalersi di sedi periferiche e cioè regionali, comunali, provinciali ed internazionali.

TITOLO 3 – SOCI

Art. 4 – L’Associazione è composta da soci fondatori, soci aderenti, soci sostenitori, soci onorari.

I “Soci Fondatori” sono coloro che sono intervenuti all’Atto Costitutivo dell’Associazione e lo hanno sottoscritto,  sono a vita soci dell’ Associazione, partecipano in modo continuativo e permanente alle attività dell’Associazione, sono tenuti al pagamento delle quota annuale, ma oltre a prestare la propria attività a favore dell’ Associazione, possono erogare contributi volontari a favore della stessa. Essi partecipano all’Assemblea nazionale e a tutti loro spetta l’elettorato sia attivo che passivo.

I “Soci Aderenti” sono le persone fisiche che partecipano ai corsi e ad altre iniziative formative, culturali ed educative organizzate dall’ Associazione. Sono tenuti al pagamento  della quota annuale entri i termini previsti dal Regolamento, nonché di quote di frequenza alle singole iniziative dell’Associazione, qualora vengano richieste.

L’ammissione all’ Associazione è annuale ed è conseguente al pagamento della quota di adesione, il mancato rinnovo della quota annuale di adesione comporta la decadenza della qualità di associato. Essi possono partecipare alle Assemblee nazionali ed hanno diritto di voto attivo e passivo.

L’Associazione è libera di ricevere donazioni, contributi, lasciti testamentari da terzi, siano esse persone fisiche che persone giuridiche, a sostegno della propria attività istituzionale.

I “Soci Onorari” sono le persone fisiche italiane e straniere che per la loro personalità, per la loro frequenza all’attività dell’Associazione o per aver svolto attività a favore della stessa, hanno contribuito al suo consolidamento ed alla sua valorizzazione. La nomina è di competenza dell’Assemblea, previo parere del Consiglio d’Amministrazione. I soci onorari sono esentati dal pagamento della quota associativa annuale e sono privi di elettorato attivo e passivo.

Tutti i suddetti soci hanno la facoltà di recedere dall’Associazione con effetto immediato dalla data di ricezione da parte dell’Associazione stessa della comunicazione scritta di recesso.

Potranno essere ammessi a far parte della Associazione, a giudizio insindacabile del Presidente sia persone fisiche, sia persone giuridiche private, senza scopo di lucro o economico; possono altresì essere soci persone giuridiche pubbliche esclusivamente in considerazione di particolari situazioni oggettivamente funzionali allo scopo Istituzionale, in numero minoritario all’interno del corpo assembleare e senza detenere posizioni si direzione nell’ambito dell’Associazione, senza discriminazione politica, religiosa, sociale, economica o di qualsiasi altra natura, che condividano le finalità dell’Associazione stessa e riconoscano completamente i principi del presente Statuto.

Art. 5 – Le persone fisiche, che debbono possedere i requisiti di buona condotta morale e civile e professare notoriamente idee e sentimenti ispirati alla democrazia, alla diffusione dei valori laici, devono presentare domanda scritta al Presidente, indicando le generalità complete e l’attività svolta in relazione ai requisiti richiesti per partecipare alle diverse attività organizzative dell’Associazione. Al momento dell’ammissione, l’associato dovrà versare la quota di iscrizione stabilita dall’assemblea, l’adesione è a tempo determinato e non può essere disposta per un periodo temporaneo, fermo restando in ogni caso il diritto di recesso. Le quote sociali non sono ripetibili né trasmissibili a qualsiasi titolo.

Art. 6 – Gli associati hanno i seguenti diritti: a) ricevere una adeguata formazione, attraverso incontri; b) Partecipare alle iniziative socio-culturali-religiose dell’Associazione; c) diritto di voto nell’Assemblea dei soci e l’elezione alle cariche sociali, purché in regola con il versamento della quota annuale; d) frequentare i locali sociali; e) partecipare a tutte le attività dell’Associazione, senza alcuna limitazione o discriminazione; f) diritto di informazione e di controllo come stabiliti dalle leggi, dallo Statuto e dal Regolamento; g) diritto a essere rimborsati delle spese effettive sostenute per l’attività prestata per l’Associazione, secondo modalità e limiti stabiliti dal Consiglio d’Amministrazione.

Art. 7 – Gli associati hanno i seguenti obblighi:

a) tenere una condotta sia nella Comunità sia nella vita civile-sociale moralmente irreprensibile;

b) collaborare, nei limiti delle loro disponibilità alle opere di volontariato promosse dall’Associazione;

c) osservare il presente Statuto nonché i regolamenti relativi all’attività sociale ed ogni provvedimento emesso dagli organi Direttivi;

d) pagare la quota sociale stabilita annualmente dall’Assemblea dei soci. L’appartenenza all’Associazione è valida fino al 31 dicembre dell’anno di riferimento della quota sociale versata.

e) Il comportamento verso gli altri soci e all’esterno dell’Associazione deve essere improntato all’assoluta correttezza e buona fede, ciascuno è obbligato moralmente a contribuire alla migliore organizzazione dell’Associazione per il completo conseguimento degli scopi sociali.

f) Per il perseguimento dei fini istituzionali , l’Associazione si avvale prevalentemente delle attività prestate in forma volontaria dai propri associati che devono svolgere l’attività in favore dell’Associazione senza fini di lucro, e nel rispetto della Legge 7 dicembre 2000 n.383 e successive modifiche e integrazioni. L’Associazione può, in caso di necessità particolari, assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo, anche ricorrendo ai propri associati.

g) Per l’espletamento delle attività istituzionali svolte in base alle convenzioni di cui all’art.30 della L. 7/12/2000 n.383 e successive modifiche e integrazioni, i lavoratori che facciano parte di associazioni iscritte nei registri di cui all’art. 7 della stessa legge, hanno diritto di usufruire delle forme di flessibilità dell’orario di lavoro e delle turnazioni previste dai contratti e dagli accordi collettivi, compatibilmente con l’organizzazione dell’Associazione. Le prestazioni di servizi resi nei confronti dei familiari conviventi degli associati, sono equiparate, ai fini fiscali a quelle rese agli associati.

Art. 8 – Il socio che contravviene ai doveri indicati dal presente Statuto e dal Regolamento interno eventualmente emanato dal Consiglio d’Amministrazione che con il suo comportamento possa recare nocumento al buon nome o agli interessi dell’Associazione, può essere sospeso dall’Associazione con delibera del Consiglio d’Amministrazione, previa contestazione degli addebiti da inviarsi al domicilio indicato dal socio all’atto dell’iscrizione, dandogli almeno trenta giorni di tempo per presentare giustificazioni scritte.

Il socio può in ogni momento recedere, comunicando la sua decisione al Consiglio d’Amministrazione a mezzo lettera raccomandata.

L’espulsione per indegnità è deliberata dall’Assemblea, e maggioranza semplice degli intervenuti.

TITOLO 4 – PATRIMONIO

Art. 9 – Il patrimonio dell’Associazione è costituito dalle quote d’iscrizione da versarsi all’atto dell’ammissione del Presidente nella misura fissata dall’Assemblea, dalle quote dei soci sostenitori, dalle libere offerte degli associati, da donazioni ed acquisti a qualsiasi titolo, dai proventi della vendita di pubblicazioni varie, dai contributi annui ordinari, da stabilirsi annualmente dalla Assemblea su proposta del Consiglio d’Amministrazione, da eventuali contributi straordinari, deliberati dalla Assemblea in relazione a particolari iniziative che  richiedono disponibilità eccedenti quelle del bilancio ordinario, da versamenti volontari degli associati e di terzi, da contributi dello Stato, delle Regioni, di Enti locali, di istituti di credito, da enti o da istituzioni in genere anche finalizzati al sostegno di specifici e documentati programmi realizzati nell’ambito dei fini statutari, da contributi dell’Unione Europea e di organismi internazionali, da proventi derivanti da prestazioni di servizi convenzionati svolte in maniera ausiliaria e sussidiaria e in ogni caso finalizzati al raggiungimento degli obiettivi istituzionali, da entrate derivanti da iniziative promozionali finalizzate al proprio funzionamento, quali intrattenimenti sociali e sottoscrizioni anche a premi, da sovvenzioni, donazioni e lasciti di terzi e/o di associati, attività marginali di carattere commerciale e produttivo.

Art. 10 – Il patrimonio può essere utilizzato anche per il sostentamento dei Soci.

L’organo amministrativo dell’ente, qualora ciò non sia incompatibile con la realizzazione degli scopi associativi specifici, può inoltre deliberare aiuti anche economici a favore di altri enti / associazioni che si propongono scopi benefici.

TITOLO 5 – ORGANIZZAZIONE, AMMINISTRAZIONE E DURATA

Art. 11 – L’assemblea degli associati eleggerà un Presidente, che avrà la legale rappresentanza dell’ente. Il primo Presidente, scelto tra i soci fondatori, durerà in carica per tutta la sua vita naturale o fino a volontarie dimissioni. I Presidenti successivi nonché il Consiglio di Amministrazione dureranno in carica tre anni e

saranno rieleggibili.

L’Associazione sarà amministrata da un Consiglio di Amministrazione che sarà composto da un minimo di tre ad un massimo di sette membri. Il Consiglio di Amministrazione eserciterà tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione, secondo le Leggi.

Il Consiglio di Amministrazione può delegare in tutto o in parte i propri poteri al Presidente. All’interno del Consiglio di Amministrazione potranno essere nominati eventualmente un Vice Presidente, un Segretario Generale, Segretari collaboratori ed un Tesoriere.

Il Consiglio d’Amministrazione si riunirà almeno una volta al mese su convocazione del Presidente o su domanda di un terzo dei membri. Sarà redatto il verbale delle riunioni. I verbali saranno firmati dal Presidente e dal segretario e verranno trascritti su un libro verbali regolarmente tenuto.

Art. 12 – L’ assemblea generale comprende tutti i membri e si riunirà almeno una volta all’anno in seduta ordinaria. In seduta straordinaria ogni volta che sarà convocata dal Consiglio d’Amministrazione o a richiesta di almeno un quarto dei suoi membri.

Nell’assemblea ordinaria il Consiglio d’Amministrazione presenterà una relazione sulla gestione dell’anno precedente e sulla situazione morale e finanziaria.

L’assemblea delibererà validamente in prima convocazione a maggioranza con la presenza della maggioranza dei suoi componenti e in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti, anche per le modifiche dello Statuto.

Art. 13 – La durata dell’associazione è illimitata.

Tuttavia il suo scioglimento potrà essere in ogni tempo deliberato da una assemblea straordinaria appositamente convocata che delibererà con la presenza di almeno la metà dei suoi membri. Essa nominerà uno o più liquidatori i quali assegneranno l’eventuale attivo patrimoniale secondo legge e dovranno

provvedere alle formalità di legge.

Art. 14 – Per quanto non espressamente contemplato nel presente statuto si osservano le norme del Codice Civile e le leggi speciali in materia di associazioni non riconosciute.

Art. 15 – Per qualunque controversia nei confronti dell’Associazione, è competente il Foro di Ancona.